Home / Fai da te / Come riciclare gli zerbini

Come riciclare gli zerbini

come-riciclare-uno-zerbino

Gli zerbini possono essere riciclati e utilizzati in tanti modi diversi: non è detto, infatti, che debbano essere adoperati come tappetini davanti alle porte di ingresso delle abitazioni. Gli amanti del fai da te possono mettere in pratica tante idee differenti per ogni angolo della casa: per esempio, per decorare la propria camera da letto. Tutto quel che bisogna fare è prendere uno zerbino in gomma, eventualmente verniciandolo o colorandolo con la tonalità cromatica che più si preferisce, anche tenendo conto degli altri complementi di arredo della camera. Dietro lo zerbino deve essere attaccato del compensato, così che si possa trasformare in una sorta di quadro in rilievo: se non si ha a disposizione il compensato si può impiegare del normale cartone.

Anche il compensato o il cartone possono essere verniciati, magari adottando un colore molto diverso rispetto a quello dello zerbino allo scopo di dare vita ad un evidente effetto di contrasto. Nulla vieta, poi, di unire una cornice, per amplificare l’impatto estetico del tutto. Ovviamente, con il fai da te chiunque può decidere di migliorare e personalizzare lo zerbino in base ai propri gusti, decidendo non solo i colori, ma anche le dimensioni. Il risultato è una testiera per il letto, che può essere inserita tra il materasso e la parete rendendola stabile con alcuni chiodi.

zerbino

Il binomio tra zerbini e riciclo creativo, per altro, può rivelarsi efficace e fruttuoso anche nel senso opposto: in altri termini, è davvero semplice dare vita a dei tappetini ecologici sfruttando alcuni rifiuti, o comunque materiali riciclati, con un impatto nullo sull’ambiente.

Una prima idea, per esempio, può essere quella di creare degli eco-zerbini a partire dai copertoni e dalle camere d’aria delle biciclette. Sfruttando il telaio tubolare di una bici che non si usa più, il procedimento è semplice: non bisogna fare altro che tagliare il telaio stesso per poi lavarlo, in modo tale da eliminare lo strato di talco che si trova all’interno. A questo punto, è sufficiente ottenere delle strisce, le quali poi dovranno essere cucite all’ uncinetto. Più lungo a dirsi che a farsi. Continua a pagina 2.

Pagina 1 di 2

About Virginia Rossi

Virginia Rossi
Scrivere, scrivere e ancora scrivere, questo è quello che riempie le mie giornate. Ho iniziato con il mio diario (lo hanno fatto tutte!!) poi sono passata al mio blog personale che per alcuni anni è stato molto visitato, in seguito ho deciso di entrare a far parte del gruppo letalpe.net Mi piace viaggiare e poter parlare e raccontare dei miei viaggi con articoli cotti a pennello.