Home / Cibo / Pane + Cioccolato, cosa c’è dentro?

Pane + Cioccolato, cosa c’è dentro?

Pane + Cioccolato del Mulino Bianco è un prodotto gustoso amato da grandi e piccini. Ma cosa c’è dentro? Dando un’occhiata agli ingredienti, si scopre che è composto per quasi il 70% da pane, a sua volta realizzato con acqua, zucchero, margarina vegetale, uova fresche, farina di grano tenero, farina di orzo maltato e lievito di birra, e per il 30% circa da una tavoletta di cioccolato, a sua volta formata da pasta di cacao, burro di cacao, latte intero in polvere e zucchero. Come si può notare, il pane viene chiamato pane anche se pane non è: a meno che nel pane non si trovino ingredienti come lo zucchero, il grasso di palma, le uova e il latte. La rivistazione del Mulino Bianco è senza dubbio molto particolare, anche perché prevede l’utilizzo di più di dieci ingredienti, e molti di essi più che a un panino si riconducono a un dolce confezionato. Insomma, il pane del Pane + Cioccolato ricorda, più che altro, una merendina.

Ci si potrebbe consolare con il cioccolato, quindi, ma anche in questo caso una lettura più dettagliata non regala motivi di soddisfazione, se è vero che un cioccolato fondente può essere ritenuto di qualità se ha una percentuale di cacao non inferiore all’80%. Non solo: in un buon cioccolato non dovrebbe esserci lo zucchero, e anche se questo ci fosse dovrebbe essere integrale di canna, e non raffinato. In Pane + Cioccolato, invece, il cioccolato non è fondente ma al latte, e presenta una percentuale di cacao quasi ridicola, al punto che, sul piano quantitativo, l’ingrediente principale è proprio lo zucchero, con il cacao che è solo al quarto posto. CONTINUA A LEGGERE >>>

Pagina 1 di 3

About Alice Zoccoli

Alice Zoccoli
Tra i miei tanti hobby o piaceri della vita (decidete voi come definirlo) c'è anche lo scrivere oltre che l'organizzare. Ho iniziato con il mio blog, poi sono passata velocemente alla realizzazione assieme agli altri del gruppo, di questo blog d'informazione. Forniamo notizie di ogni tipo, dalla cronaca alla notizie decisamente più leggere.