Home / Arredamento / COME USARE LE STAFFE IN MODI ALTERNATIVI

COME USARE LE STAFFE IN MODI ALTERNATIVI

Sono tanti i modi in cui è possibile usare le staffe nei vari angoli della casa: con un po’ di creatività è possibile soddisfare una grande varietà di esigenze e assecondare i bisogni più diversi. Non solo all’interno di un appartamento, ma anche in una cantina, in una taverna, in un garage o in una soffitta, a seconda delle necessità che si anno: le staffe in legno possono essere maneggiate senza troppe difficoltà anche se non si è degli esperti del fai da te e lavorate con la massima facilità pur non essendo dei maghi del bricolage. Essendo in legno, infatti, è possibile fissarle alle pareti o al soffitto con l’ausilio di viti e trapano, o di chiodi e martello, senza rischiare di farsi male. VEDIAMO INSIEME QUALCHE ESEMPIO >

1- Per esempio, una staffa può essere appesa al muro per favorire l’installazione di un telo su cui dipingere, arrotolato su sé stesso: quel telo potrà essere decorato come si vuole, per dare vita a creazioni artistiche di ogni genere.

2- Un’idea alternativa può essere quella che consiste nella creazione di un sostegno per la bici in un garage, in un cortile o in qualsiasi altro contesto. Quante volte capita di non sapere dove appoggiare la propria bici, magari perché è senza cavalletto oppure semplicemente perché se si usasse il cavalletto si sprecherebbe una quantità di spazio eccessiva? Ebbene, in un caso del genere tutto ciò che bisogna fare è fissare una staffa al muro in modo tale che funga da supporto per depositarvi la bici, che può essere lasciata in sospensione a mezz’aria oppure con le ruote a terra a seconda dei casi.

STAFFA-2

Pagina 1 di 3

About Virginia Rossi

Virginia Rossi
Scrivere, scrivere e ancora scrivere, questo è quello che riempie le mie giornate. Ho iniziato con il mio diario (lo hanno fatto tutte!!) poi sono passata al mio blog personale che per alcuni anni è stato molto visitato, in seguito ho deciso di entrare a far parte del gruppo letalpe.net Mi piace viaggiare e poter parlare e raccontare dei miei viaggi con articoli cotti a pennello.