Home / Arredamento / 8 REGOLE PER CAPIRE SE UN MOBILE ANTICO E’ DI VALORE

8 REGOLE PER CAPIRE SE UN MOBILE ANTICO E’ DI VALORE

Come si fa a capire se si ha a che fare con un mobile antico oppure no? Sviluppare questo tipo di capacità è molto importante, anche perché potrebbe permettere di fare buoni affari in un mercatino dell’antiquariato. Se ci si ritrova con un comodino rimasto per lungo tempo nascosto in soffitta o con una cassapanca di cui si sa poco o nulla, è possibile seguire poche e semplici regole per verificarne il valore. Vale la pena di ricordare che un mobile può essere definito antico se è stato prodotto prima del 1840: da quella data in poi, infatti, la meccanizzazione e l’automatizzazione hanno preso il sopravvento, facendo venir meno l’aspetto più affascinante e più suggestivo dell’artigianalità e della manualità. Ecco come riconoscere i mobili antichi: TI ELENCHEREMO LE 8 REGOLE DA SAPERE DA PAGINA 2 >

1- La provenienza

Il primo aspetto di cui ci si deve occupare è quello relativo alla provenienza. Se si sospetta di ritrovarsi davanti ad un mobile francese, per esempio, non bisogna fare altro che individuare la firma con inchiostro grasso o lo stampiglio, che in genere è collocato in parti piuttosto nascoste e non facili da rintracciare a un primo sguardo.

PROVENIENZA-DEL-MOBILE-ANTICO

Pagina 1 di 8

About Virginia Rossi

Virginia Rossi
Scrivere, scrivere e ancora scrivere, questo è quello che riempie le mie giornate. Ho iniziato con il mio diario (lo hanno fatto tutte!!) poi sono passata al mio blog personale che per alcuni anni è stato molto visitato, in seguito ho deciso di entrare a far parte del gruppo letalpe.net Mi piace viaggiare e poter parlare e raccontare dei miei viaggi con articoli cotti a pennello.